Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia a Salerno per l’assemblea. Le dichiarazioni

“Con questi elementi non c’è alcuna crescita davanti a noi”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia a Salerno a margine dell’assemblea pubblica di Confindustria Salerno.

“C’è una disattenzione rilevante al mondo dei cosiddetti produttori. E nel dare alla centralità del lavoro, che è la vera salvaguardia per la dignità delle persone, una centralità rilevante. Questa non la vediamo a partire dalle infrastrutture in cui si dibatte addirittura di chiudere qualche cantiere, si depotenzia quello che era l’Industria 4.0, un provvedimento importante. Si dimezza il credito d’imposta ricerca e sviluppo”. Secondo Boccia, anche da Salerno, “le imprese chiedono di essere al centro”. “Un grido di dolore che arriverà a Torino il 3 dicembre in occasione dell’incontro congiunto dei consigli generali delle varie confederazioni che rappresentano il mondo dell’economia”.

“Abbiamo detto da tempo che la manovra è debole sulla crescita al di là dei saldi di bilancio” ha aggiunto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia parlando della manovra a margine dell’assemblea pubblica di Confindustria Salerno, in corso di svolgimento al teatro Verdi. “Speriamo che prevalga il buonsenso – ha proseguito Boccia – e non è una questione di saldi di bilancio, non è una questione di decimali di sforamento. Ma una questione di allocazione di risorse per la crescita e per realizzare, anche, i fini di Governo”.

Lascia un Commento