Il Parco Nazionale del CVDA dice No alla plastica sull’intero territorio

Stop alla plastica sull’intero territorio del Parco nazionale del Cilento- Vallo di Diano-Alburni. Lo ha deciso il Consiglio direttivo del Parco al termine di una riunione fiume presieduta da Tommaso Pellegrino che ha deciso di seguire le direttive del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Quindi stop a stoviglie monouso e ad imballaggi in plastica nell’area protetta. Sono state annunciate delle azioni finalizzate alla riduzione, riuso e riciclo della plastica nel territorio protetto, come ad esempio ridurre o eliminare l’uso della plastica, sostituendola con vetro o prodotti biodegradabili in tutti gli uffici dell’ente.

Il presidente Pellegrino ha annunciato anche l’istituzione di una borsa di studio avente ad oggetto il contrasto dell’utilizzo delle materie plastiche e la corretta gestione del riciclo e del riuso. Il tutto rivolto come messaggio chiaro e incisivo a famiglie, visitatori e turisti che dovranno attenersi da subito alle nuove regole per evitare l’inquinamento dovuto alla plastica.

C’è infatti una direttiva Europea che entrerà a pieno regime del 2020, che mette fuori legge la produzione, la commercializzazione e l’utilizzo di materiali usa e getta in plastica non compostabile.

Lascia un Commento