Il comune di Serre chiede aiuto, il Parco del Cilento risponderà?

Entrare nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano per "salvare" l'economia rurale di Serre e scongiurare lo spopolamento del paese.

A farsi portavoce di questa richiesta indirizzata al presidente del Parco, Tommaso Pellegrino, sarà il presidente della Coldiretti Serre, Angelo Gallo, in occasione dell'assemblea territoriale della Confederazione in programma il prossimo martedì 28 giugno.

Gallo chiederà quindi l’entrata nel Parco del piccolo comune di Serre che attualmente ricade nel territorio della Piana del Sele. “Le caratteristiche di Serre sono invece del tipo "C" – spiega il responsabile della Coldiretti locale, Angelo Gallo – ben diverse da quelle intensive della Piana. Le produzioni più importanti sono mozzarella, con otto caseifici, e olio extravergine di oliva con i suoi quattro oleifici e tantissimi piccoli produttori. I nostri sono prodotti di nicchia e lancio un appello alla Regione Campania e all'amministrazione comunale, di sollecitare l'entrata nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni per risollevare un'economia rurale che rischia lentamente di arretrare. L'entrata nel Parco rappresenterebbe un valore aggiunto per i nostri prodotti il solo fatto di poter indicare in etichetta la presenza nell’area Parco, per i nostri produttori, sarebbe strategico da un punto di vista commerciale" ha concluso Gallo

Lascia un Commento