Il comune di Gioi Cilento entra nelle a rete Città Slow

Dal prossimo 23 giugno Gioi Cilento sarà ufficialmente uno dei comuni della rete Città Slow: in quella data in Francia l’amministrazione ritirerà il Diploma di Certificazione nel corso dell’Assemblea Internazionale.

Il comune accetterà i requisiti dell’organismo e vi prenderà parte con le sue iniziative e con i suoi prodotti, in primis soppressata di Gioi e fusilli.  

“Entrare a far parte della rete Citta Slow, città del buon vivere, – afferma Andrea Salati, sindaco di Gioi– è un investimento per il futuro, una scelta consapevole che porta benefici sociali ed economici di lunga durata”.

La rete Città Slow mira a valorizzare cultura e economia di un territorio favorendo cittadini e turisti nella fruizione del borgo. Le Città Slow s’impegnano a promuovere i valori di Slow Food, per “la difesa del tranquillo e lento piacere materiale contro la follia universale della fast life”.

Lascia un Commento