Il Cilento ricorda l’archeologo Mario Napoli. Premio consegnato al figlio Francesco. L’intervista

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Nei giorni scorsi ad Ascea il Mediterraneo Video Festival nel corso del quale è stato consegnato il Premio speciale Medfest 2019  alla memoria di Mario Napoli, uno dei massimi archeologi del Novecento.

 

Il Premio è stato consegnato al figlio Francesco Napoli nel corso di un incontro dal titolo: “Papà, cosa se ne facevano gli antichi di tutti questi cocci? Mario Napoli e Velia: molto più di un binomio” a cura di Francesco Napoli. Con le sue scoperte, Mario Napoli, nato nel 1915 e scomparso nel 1976, ha segnato gli studi del secolo scorso: le indagini su Napoli greco-romana, la scoperta della Tomba del Tuffatore a Paestum, oltre l’intensa attività sul territorio della Campania e il particolare interesse per le attività museali, ne hanno fatto figura di riferimento per generazioni di studiosi.

A Mario Napoli si deve il ritrovamento del busto di Parmenide e della Porta Rosa, oggi un’icona dell’immaginario collettivo non più solo dell’archeologia.

Ascolta il ricordo del figlio Francesco Napoli

Mario Napoli

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento