Il cantiere Porta Ovest a Salerno di nuovo sotto sequestro. Il punto con Spinelli (Feneal Uil)

Torna sotto sequestro il "fronte di scavo" di Salerno Porta Ovest, la galleria che dovrebbe collegare la zona del porto con il nodo autostradale.

L'opera era già finita sotto sequestro nel giugno scorso. Tre giorni fa i sigilli però erano stati rimossi perché cessate le esigenze probatorie.

Il nuovo sequestro preventivo emesso dal gip del tribunale di Salerno su richiesta della Procura della Repubblica – si legge in una nota – "risponde ad esigenze del tutto diverse ovvero alla esigenze preventive per la pubblica incolumità" che sarebbero connesse alle opere di scavo.

Da oggi, dopo la notifica del provvedimento da parte degli agenti della sezione operativa della Direzione investigativa antimafia di Salerno, saranno possibili solo le opere di consolidamento.

L'opera, dal costo di circa 123 milioni di euro, è stata finanziata con la legge Obiettivo. Secondo gli investigatori il progetto esecutivo sarebbe in difformità rispetto al progetto definitivo approvato e appaltato.

Ciò significa che l’attuale manovalanza rimarrà pienamente attiva in cantiere così come ha confermato il segretario provinciale della Feneal UIL Patrizia Spinelli

Riascolta l'intervista di Lorenzo Peluso QUI

Patrizia Spinelli Fneal UIL

Lascia un Commento