Il 25 ottobre anniversario dell’alluvione di Salerno del 1954

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Ricorre domenica, 25 ottobre, il 66esimo anniversario dell’alluvione di Salerno del 1954, che avvenne nella notte tra il 25 e 26 ottobre di quell’anno, e che fu una grave catastrofe provocata da piogge di portata eccezionale.

 

L’alluvione colpì non solo Salerno ma anche le città di Vietri sul Mare, Cava de’ Tirreni, Maiori, Minori e Tramonti. Il nubifragio causò 318 vittime, 250 feriti, e circa 5.500 senzatetto. Provocò frane, crolli, e la distruzione di abitazioni e infrastrutture, spazzando via il villaggio di Molina, ed un vicino ponte dell’acquedotto, il cosiddetto “Ponte del Diavolo”. 

Sul posto, tre giorni dopo la tragedia, arrivò anche l’allora presidente della Repubblica Luigi Einaudi. Alfonso Menna, che due anni dopo divenne sindaco di Salerno, parlò di quello che era accaduto come “una delle calamità più gravi della storia europea”.

Come prevedibile, anche considerato il periodo storico e il contesto sociale, l’opera di ricostruzione fu lunga e difficile, ma non mancò la solidarietà degli italiani, che inviarono in provincia di Salerno materiale utile per tentare di ricominciare, e non mancarono gli aiuti del Governo per la ricostruzione. 

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento