Ieri la conclusione della decima edizione di Roscigno Fest. L’intervista al sindaco

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Si è conclusa ieri sera la decima edizione di “Roscigno Fest – festa dell’asparago selvatico”, che si è svolta dall’1 al 5 maggio nel paese degli Alburni noto per il borgo abbandonato di Roscigno Vecchia, soprannominato da qualche anno la Pompei del 900.

La sagra dell’asparago selvatico, organizzata dal Comune con la collaborazione dei volontari del Servizio Civile, della Pro Loco Roscigno Vecchia, delle associazioni “Roscigno più” e “Terra mia”, con il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, e con il supporto della Banca Monte Pruno, è stata l’occasione per richiamare l’attenzione di un pubblico numeroso su questa tipicità del territorio, l’asparago selvatico. Nonostante la pioggia l’evento è andato bene, a partire dal primo giorno, quando Piazza Resciniti è stata letteralmente invasa da un’ondata di buongustai e appassionati di prodotti tipici, che hanno apprezzato lo straordinario scenario di Roscigno Vecchia che conserva il suo fascino, nonostante l’evidente necessità di decisivi interventi di recupero e valorizzazione.

 

Molti coloro che hanno apprezzato il sito archeologico di Monte Pruno su cui negli ultimi anni si sta facendo un grosso lavoro di valorizzazione grazie all’impegno dell’amministrazione, della Banca Monte Pruno, e dell’università di Napoli che hanno riacceso i riflettori su questo bene prezioso.

Soddisfatto il sindaco Pino Palmieri, intervistato da Annavelia Salerno.

Pino Palmieri

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp