I dipendenti della Stazione di Servizio Sala Consilina SUD cominciano lo sciopero della fame

Da tre giorni presidiano il loro posto di lavoro dopo la decisione del gestore della stazione di servizio Eni di Sala Consilina SUD di chiudere. Da ieri hanno deciso di inasprire la protesta cominciando lo sciopero della fame. Gli 11 dipendenti, 6 uomini e 5 donne, da 24 ore rifiutano il cibo in attesa di conoscere novità sul loro futuro.

Il sindacato ha immediatamente chiesto un incontro urgente con le parti

Lascia un Commento