Grande spettacolo ieri sera al Palasele di Eboli con il concerto di Emma

Una grinta inconfondibile, una voce straordinaria e un rock travolgente. Due ore di vero spettacolo ieri sera al Palasele di Eboli per una tappa dell’ “Essere qui tour” di Emma.

Dopo la data zero al Palaflorio di Bari e il concerto di Reggio Calabria, la cantante salentina, accompagnata dalla sua band, ieri sera ha regalato ai fans presenti al Palasele di Eboli, un concerto intenso, con le canzoni più recenti ma anche i pezzi che le hanno permesso di diventare una delle beniamine del pubblico. Una scaletta di ben 29 brani, molti contenuti nel suo ultimo album, “Essere qui – Boom Edition” uscito lo scorso novembre, con all’interno 4 inediti rispetto a “Essere qui”, rilasciato a gennaio 2018.

Salita sul palco accanto al batterista, anche lei con le sue bacchette, Emma ha suonato l’inizio di “Effetto domino”, primo brano in scaletta, lanciandosi poi negli altri grandi suoi successi come “Le ragazze come me”, “Occhi profondi”, “Nucleare”. Scendendo anche tra il pubblico che, rapito dalla sua performance, ha cantato a squarciagola tutti i ritornelli dei brani proposti, Emma ha cantato con la sua grinta sempre travolgente “L’amore non mi basta”, “Non è l’inferno”, “Mondiale”, la sempre apprezzata “Calore”, fino a “Sarò libera” un brano che ha voluto dedicare al pubblico presente, al quale ha anche augurato tanta fortuna. Tra le intense luci colorate del palco, a quelle più fioche e d’atmosfera tra il pubblico, Emma ha proposto anche gli altri suoi grandi successi come “Amami”, “L’isola”, “Mi parli piano”, passando per “Cercavo amore” e “Il paradiso non esiste”.

Durante il concerto non è mancata la nota politica con la frase “Aprite i porti!”, lanciata tra una canzone e l’altra. Sorprendenti e d’effetto i cambi d’abito. Dopo l’inizio del concerto in shorts neri e tronchetti con una giacca laminata color argento, Emma è salita sul soppalco creato sulla scenografia, e dietro un sipario illuminato ha indossato jeans neri strappati sulle ginocchia e una blusa borchiata, in vero stile rock, e a fine concerto ci ha regalato invece un mini dress nero sfavillante di paillettes. Fantastica la discesa dal soppalco attraverso un palo come quello dei pompieri.

Due ore di musica, di spettacolo, di divertimento, durante le quali Emma ha più volte ringraziato il pubblico di Eboli, definendolo caloroso e bello, e alla fine ha presentato i musicisti della sua band, ognuno dei quali ha regalato ai presenti un piccolo show da solista.

Prossime tappe del tour di Emma domani a Livorno, Venerdì 22 febbraio ad Ancona, Sabato 23 febbraio a Casalecchio di Reno (Bologna), Martedì 26 febbraio ad Assago (MI), Mercoledì 27 febbraio a Montichiari (BS), e Venerdì 1 marzo a Roma.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento