Gori, Tar accoglie ricorso. Nulli i conguagli

Sono stati annullati i conguagli tariffari per il recupero delle partite pregresse prima del 2012, richiesti dalla Gori, la società che gestisce il servizio idrico nei 76 comuni dell'ente d'ambito sarnese – vesuviano

I giudici della prima sezione del Tar Campania hanno infatti accolto il ricorso presentato dai comitati civici per l'acqua pubblica, da Federconsumatori e da alcune amministrazioni comunali delle province di Napoli e Salerno.

La decisione del Tar è stata diffusa dal deputato del Movimento Cinque Stelle Luigi Gallo che, in una nota, spiega: “Il M5S ha schierato tutte le sue forze contro le bollette pregresse e questa sentenza dimostra che ci avevamo visto lungo, anche in questo caso”.

Gallo spiega che il Movimento aveva scritto all'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas, e in tutti i 76 comuni gestiti da Gori era stata avviata una petizione popolare che è stata depositata in Regione Campania ad aprile e, ancora, è stato predisposto un reclamo gratuito per i cittadini.

Il caso delle 'bollette pazze' dei conguagli Gori era finito anche in Parlamento, dove il Movimento 5 Stelle aveva depositato un'interrogazione. Inoltre in Regione Campania è stata depositata una mozione attualmente in discussione in commissione Ambiente per chiedere di liquidare Gori.

Lascia un Commento