Giustizia: avvocati OUA abbandonano cerimonia a Potenza

Nei 26 distretti di Corte d'appello di tutta Italia sono stati gli avvocati, oggi, a far sentire la propria voce di dissenso.
L'Organismo unitario dell'avvocatura (OUA) ha organizzato infatti, in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario, una serie di mobilitazioni ed i rappresentanti dell'avvocatura hanno letto un documento di protesta per le condizioni di degrado della giustizia e per quello che ritengono un vero e proprio "attacco" alla loro funzione e alla sua "rilevanza costituzionale"; hanno chiesto correttivi "seri e sostanziosi", alla riforma della geografia giudiziaria, ed hanno infine abbandonato l'aula.
A Potenza, per protestare contro la riforma della geografia giudiziaria, gli avvocati lucani hanno abbandonato la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. L'intenzione di lasciare l'aula è stata annunciata dal rappresentante dell'organismo unitario dell'avvocatura italiana, Giorgio Cassotta, il quale ha denunciato le gravi carenze di organico e l'aumento dei fascicoli, che diventa "insopportabile" dopo gli accorpamenti di Melfi (Potenza) a Potenza e di Sala Consilina (Salerno) a Lagonegro (Potenza).

Lascia un Commento