Gioi – Vertenza Saut, il sindaco chiede di unire la battaglia a quella di Agropoli e Sala C.

Il sindaco di Gioi, Andrea Salati, che sta lottando per salvare il Saut, presente sul proprio territorio ha scritto una lettera al sindaco di Agropoli, che sta lottando per tenere aperto l’ospedale cittadino, e a quello di Sala Consilina che invece è impegnato nel salvataggio del Tribunale. Il primo cittadino Salati in questo modo vuol unire le varie rivendicazioni cittadine in un’unica battaglia per salvare i servizi essenziali nel Cilento e Vallo di Diano. “Gioi – scrive Andrea Salati rivolgendosi ai colleghi – è una realtà di certo diversa da quella delle vostre cittadine, ma è pur sempre, in questo momento, una realtà ferita in un territorio circostante mortificato che si vuol rendere sempre più marginalizzato”. Dopo aver fatto riferimento alle condizioni per cui il Saut deve continuare a restare aperto visto che serve una popolazione di circa 15mila abitanti in un territorio vasto e variegato con difficoltà di spostamenti, vista la precarietà della viabilità e del trasposto, Salati avanza la proposta ai sindaci di Agropoli e Sala Consilina per una battaglia comune. Intanto domani 17 settembre, alle ore 17.30, nell’aula consiliare del Comune di Gioi si terrà il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno proprio la chiusura del Saut cittadino.

Lascia un Commento