Giffoni V.P (SA) – Continua il successo al Giffoni Teatro. Attesa per Marisa Laurito

Continua il successo della stagione invernale al Giffoni Teatro. Dopo lo spettacolo di Ennio Marchetto, "A qualcuno piace carta" che ha offerto al pubblico, l’opportunità di ammirare tutto l’estro, la fantasia, la follia  del celebre trasformista Veneziano, con un’atmosfera al limite del surreale che si respira assistendo alle sue esibizioni, il 14 aprile tocca a Marisa Laurito in un vero evento, una assoluta novità, “Un giorno da signora", tratta da “Angeli con la pistola” un film del 1961, diretto da Frank Capra, con i grandi Bette Davis, Glenn Ford, Hope Lange e Peter Falk,
La commedia si svolge a New York nelle strade di Broadway, anno 1933. Da qui a qualche mese il proibizionismo finirà insieme alla grande crisi economica cominciata nel ’29.
 
In questo contesto nasce e si sviluppa la storia di Annie, detta “la signora delle mele”, e di Dave lo sciccoso, un elegante gangster dal cuore d’oro: due protagonisti che con le loro vicende incarnano bene lo spirito dell’epoca.
Raccontata come una favola “Un giorno da signora” è una vicenda ancora incredibilmente attuale in questi nostri tempi in cui attraversiamo una crisi economica simile a quella del ’29, una certa politica convive con la malavita, e si acuisce sia l’emarginazione sociale che l’insofferenza verso gli immigrati.
Annie la vagabonda è un’emigrante italiana arrivata negli States con grandi speranze di realizzare i suoi sogni, una donna forte che ha combattuto per affermarsi e per difendere i diritti dei più deboli, ma che ha dovuto soccombere sopportando lo svilimento dei suoi ideali. Ed è per questo che decide di sopravvivere in strada, senza possedere nulla, libera da tutto.
Dave lo sciccoso è un gangster simpatico, superstizioso e volitivo, che briga per fare un salto di qualità e diventare un potente boss ma, al momento di associarsi con la mala dei mitra e degli eccidi, decide di cambiare vita ed intraprendere la strada dell’onestà.
Questa e’ una storia che non invecchia mai perché tratta di sentimenti universali, di lotta per la sopravvivenza, di sconfitte e vittorie, d’amore per i figli e per il proprio partner. E alla fine, come nelle migliori favole, tutti diventano migliori.

Lascia un Commento