Ghirelli, presidente Lega Pro, spettatore all’Arechi per le Universiadi “bella organizzazione”

Ieri allo Stadio Arechi di Salerno l’avvio delle gare di calcio per le Universiadi. Ad assistere alla sfida tra la Nazionale italiana universitaria allenata da Arrigoni e il Messico, valida per il girone eliminatorio delle Universiadi, anche il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli che ha rilasciato delle dichiarazioni.

“Ho trovato una bella organizzazione, si vede che il commissario Basile ha lavorato bene. All’interno della struttura che ospita le squadre c’è un bellissimo ambiente, pian piano vedrete che crescerà l’entusiasmo anche negli stadi” così il numero uno della Lega Pro che ha poi ricordato che il prossimo 13 luglio la Lega Pro compirà 60 anni.

Per l’occasione è stata origanizzata a Firenze una grande festa. Proprio nel capoluogo toscano Artemio Franchi firmò l’atto di nascita della C nel 1959. Al momento di festa prenderanno parte anche il presidente FIFA, Gianni Infantino e il presidente FIGC, Gabriele Gravina. Ghirelli inoltre ha fatto sapere che proprio a Firenze, nella sede della Lega Pro, nascerà uno spazio museale con oggetti mai visti, molti appartenuti anche ad Artemio Franchi.

Ghirelli ha detto la sua anche sul lavoro svolto dal presidente FIGC Gravina “Quanto fatto da Gabriele Gravina in Federcalcio è un lavoro da rivoluzionario”, così ha dichiarato il presidente della Lega Pro ieri a Salerno che ha ricordato anche che quest’anno il campionato di Lega Pro partirà con zero punti di penalizzazioni, mentre l’anno scorso ve ne erano ben 131 di cui 120 per non aver presentato le fidejussioni. Abbiamo messo una black list in modo che non possano entrare chi ha fatto fallimenti negli ultimi 5 anni. Dal punto di vista delle regole si è messo in campo un apparato forte” così Ghirelli.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento