GENOVA – E’ originario di Salerno, Roberto Adinolfi, l’AD di Ansaldo ferito questa mattina

E’ nato a Salerno 59 anni fa, Roberto Adinolfi, l’AD di Ansaldo Nucleare vittima di un attentato questa mattina a Genova. Ignoti a bordo di uno scooter e con il casco si sono avvicinati a lui sparandogli alla gamba destra. Gli investigatori sono convinti che si sia trattato di un atto intimidatorio. 
Adinolfi, laureato in ingegneria nucleare al Politecnico di Milano, è da sempre all’interno dell’azienda. Ha lavorato in Italia e all’estero (in Francia) sempre occupandosi di nucleare e della realizzazione degli impianti. 
Dopo il referendum italiano sul nucleare, ha guidato, in qualità di direttore tecnico, il consorzio Ansaldo-Fiat, creato per la progettazione di nuovi reattori. Nel 2000, dopo una parentesi di quattro anni come responsabile delle attività in campo "energia convenzionale" per l’Italia, è ritornato ad occuparsi di nucleare, come direttore responsabile della divisione nucleare di Ansaldo Energia. Dal 2005 è stato direttore generale della neonata Ansaldo nucleare spa e nel 2007 ne è diventato amministratore delegato.

Lascia un Commento