Gara di solidarietà per aiutare Marco Cimino, a Caracas deve sottoporsi ad un intervento salvavita

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Gara di solidarietà sull’asse Italia-Venezuela, per aiutare un nostro connazionale, originario di Teggiano (Salerno), che vive a Caracas, la capitale del martoriato Paese Sudamericano.

Marco Cimino, 48 anni, è gravemente ammalato ai reni e ha bisogno di un trapianto che può eseguire solo in una struttura privata in quanto la sanità pubblica venezuelana non fornisce questo tipo di servizio. Un intervento salvavita che però è molto costoso. Con l’aiuto dei soli familiari Marco non può permettersi l’operazione.

Marco ha scoperto di avere una insufficienza renale cronica lo scorso mese di gennaio. Da allora ha iniziato la dialisi a cui si sottopone tre volte a settimana. Il trattamento ha causato ricorrenti infezioni che lo hanno costretto a numerosi ricoveri ospedalieri.

 

I reni svolgono una importante funzione e ogni volta che si sottopone a dialisi, anche se il suo sangue viene filtrato e pulito, le sue funzioni renali peggiorano facendo così diminuire le chance di riuscita di un intervento di trapianto.

Marco Cimino è avvocato, sposato e con una figlia di 9 anni. I genitori sono tornati a Teggiano alcuni anni fa e il padre, sposato con una venezuelana, è venuto a mancare. Era tornato nel suo paese dopo 60 anni vissuti in Venezuela. Marco ha una sorella che vive a Houston, un’altra vive a Parigi. Il fratello maggiore, avvocato come lui, vive a Caracas.

Il Venezuela, come noto, sta attraversando una crisi economica, sociale e politica che si riflette inevitabilmente sul suo sistema sanitario. L’unica possibilità per potersi sottoporre a trapianto è rivolgersi a una clinica privata.

“Mio fratello è un uomo incredibile, laborioso, generoso con un grande senso dell’umorismo. Chi lo conosce può testimoniarlo. Ha dedicato – dice la sorella Marisol – la sua vita al servizio degli altri e lo ha fatto con passione e generosità. È apprezzato e amato da chiunque attraversi il suo cammino! Merita la possibilità di vivere. Per favore aiutaci a raggiungere questo obiettivo!”

Un appello a tutti gli italiani e soprattutto quelli del Vallo di Diano e del Cilento, territori che hanno un gran numero di famiglie con amici e congiunti che vivono o hanno vissuto in Venezuela e ne conoscono bene la situazione.

Una donazione anche minima in denaro per salvare la vita a Marco la si può fare attraverso la nota e sicura piattaforma di raccolta fondi gofundme.com che proprio durante l’emergenza coronavirus ha dimostrato la sua efficienza e utilità.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp