GAETANO FOCCILLO OSPITE DI LETTO ALLA RADIO

Un autore cilentano, ma da tempo residente al Nord Italia, è il protagonista dell’appuntamento di lunedì prossimo con “Letto alla Radio”, la rubrica sui libri curata da Annavelia Salerno, che alle 18.40 ospiterà Gaetano Foccillo, autore del libro “Il ragazzo del borgo”. E’ la storia del “ragazzo del borgo”, di origini cilentane, che lascia, non senza amarezza la sua terra, ma che altrove riesce ad emergere dall’anonimato, testimoniando la tenacia e l’impegno di tanti come lui. È una storia palesemente autobiografica, se si pensa che Foccillo, ormai in pensione, a Como, dove risiede tuttora, è riuscito a farsi strada nella professione, contribuendo a quel famigerato riscatto, dopo una lunga militanza nella Cgil. Un libro che testimonia la storia di tanti cilentani, ma che rappresenta uno strumento di rilettura della storia italiana, dal momento che nelle pagine del racconto sono ben sintetizzate alcune vicende che hanno visto protagonista l’Italia, dagli anni Sessanta della crescita, ai tempi degli anni di piombo, prima, e del riflusso poi, fino alla crisi di oggi. Nel raccontare gli episodi della sua e della storia di tanti italiani, Foccillo descrive anche una comune disillusione ideologica, che non esula dalla voglia di nuove avventure intellettuali. E se anche, di ritorno al Cilento, non lo vede affatto cambiato, evoluto e arricchito, non nasconde la voglia di “dare una scossa” e contribuire, anche qui, nel Cilento bucolico e a volte selvaggio, ad un reale sviluppo che riaccenda la speranza che non ci debbano più essere altri “ragazzi del borgo” costretti a lasciare la propria terra.

Lascia un Commento