Furto sacrilego al Santuario dei santi Cosma e Damiano ad Eboli. Rubati 9 candelabri

Un furto sacrilego è stato messo a segno ad Eboli nel Santuario dei Santi Cosma e Damiano.

I ladri hanno portato via 9 candelabri in ottone utilizzati per illuminare le statue degli altari laterali e dei Santi Medici.  

I ladri sono entrati in azione dopo le 16, non appena il sagrestano ha aperto il santuario, probabilmente mentre il coro era impegnato nelle prove.

Il rettore della struttura, padre Angelo Di Vita, è stato tra i primi ad accorgersi del furto e ha allertato gli agenti della polizia locale e i carabinieri che hanno effettuato i rilievi. Le telecamere esterne e interne della chiesa non funzionano. Al vaglio degli inquirenti quindi le immagini di una telecamera del comune.

Padre De Vita ha chiarito che non ci sono segni di effrazione o danni alle porte e che quindi, chi ha agito, ha aspettato che la chiesa venisse aperta

Lascia un Commento