Furto di acqua potabile a Vallo della Lucania, 57enne condannato a 3 anni

E’ stato condannato a tre anni di reclusione, oltre agli oneri aggiuntivi per circa 4.000 euro e risarcimento dei danni, un 57enne di Vallo della Lucania accusato del furto di acqua potabile a danno della società Consac gestioni idriche spa.

Consac fa sapere che “attraverso le proprie squadre specializzate di ricerca degli abusi, ha individuato e segnalato all’Autorità Giudiziaria oltre 500 casi di prelievi illeciti che, per la quasi totalità, hanno dato luogo a processi penali e risarcimenti”.

Le attività di controllo effettuate da Consac si basano su diversi parametri di utilizzo degli immobili che, raffrontati ai consumi idrici, consentono di individuare più facilmente i furti di risorsa idrica.

Lascia un Commento