Furti, riciclaggio, uso indebito di carte di credito. Nei guai un gruppo criminale ad Agropoli

Un’operazione dei Carabinieri del R.O.S. e del Comando Provinciale di Salerno è scattata all’alba di oggi sulla costa cilentana per eseguire misure cautelari nei confronti di 25 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti, utilizzo indebito di carte di credito e riciclaggio degli illeciti proventi. A questo si aggiunge anche l’accusa di minacce aggravate dal metodo mafioso.

Sono 11 gli indagati finiti in carcere, 7 ai domiciliari, 7 hanno l’obbligo di dimora.

I provvedimenti sono stati emessi dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, al termine di indagini che hanno fatto emergere le attività criminali di appartenenti ad una comunità ROM che vive ad Agropoli. Dalle indagini dei carabinieri è risultato che il gruppo era dedito ai furti con destrezza ai danni di gioiellerie su tutto il territorio nazionale, furti all’interno di automobili e all’utilizzo indebito delle carte di credito rubate durante i furti. Le investigazioni hanno accertato anche una serie di gravi minacce nei confronti sia di appartenenti alle Forze dell’Ordine sia di amministratori pubblici di Agropoli.

Tutti gli altri dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà, alle 10, in Procura a Salerno.

Lascia un Commento