Furti nel Salernitano, riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica terrà una serie di riunioni a cadenza settimanale coinvolgendo tutti gli amministratori locali, suddivisi per macro-aree, in considerazione della vastità ed eterogeneità della provincia di Salerno.

E’ quanto è stato deciso nella riunione di ieri presieduta dal prefetto di Salerno, Francesco Russo, alla presenza dei sindaci di diversi comuni che sono alla prese con l’allarme sicurezza. I primi cittadini hanno messo in evidenza le problematiche maggiormente avvertite nelle comunità di appartenenza sotto il profilo della sicurezza in senso ampio: sono emerse alcune tematiche ricorrenti, come il ripetersi dei furti in abitazione che destano allarme sociale, furti di legna nelle aree montuose e nelle campagne ma anche nelle aree industriali di Buccino, Oliveto Citra, Contursi Terme e Palomonte.

Preoccupazione anche per la presenza di reati di tipo ambientale, con il deposito incontrollato e lo sversamento illecito di rifiuti, il verificarsi di incendi sia boschivi che ai danni di alcune attività commerciali di natura probabilmente dolosa, a cui va ad aggiungersi la carenza di organico delle Polizie Municipali. Il sindaco di Eboli ha evidenziato alcune specificità del suo territorio, con la presenza, oltre alla criminalità comune, di prostituzione e spaccio di stupefacenti.

Al termine della riunione, il Prefetto ha proposto di individuare dei filoni tematici, che costituiranno la traccia del percorso di lavoro delle prossime settimane nell’ottica della prevenzione dei reati.

Lascia un Commento