Fuochi d’artificio, Campania prima regione per numero di imprese di fabbricazione

È la Campania la regione italiana con la maggiore presenza di imprese specializzate nella fabbricazione di fuochi d’artificio.

Ne conta una settantina a cui si aggiungono una ventina di attività che organizzano solo eventi con fuochi pirotecnici.

Il dato emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano-Monza-Brianza-Lodi che evidenzia la presenza di circa 9mila imprese a livello nazionale, per un settore che negli ultimi 5 anni è cresciuto del 12%.

In Campania in particolare, Napoli e provincia ha 25 imprese di fabbricazione di fuochi d’artificio, Caserta 19 e Salerno 15 su 187 nazionali. Seguono la Sicilia, con 31 imprese di produzione; l’Abruzzo (20).

Se però consideriamo anche le imprese che organizzano attività di intrattenimento varie, tra cui spettacoli viaggianti, giostre e allestimento di spettacoli pirotecnici, è la Lombardia a balzare in testa con 1.174 attività in totale, seguita da Campania e Lazio con oltre mille.

Gli articoli pirotecnici italiani nel mondo valgono 33 milioni di euro l’anno. Raggiungono soprattutto la Francia, la Turchia e gli Stati Uniti, mentre l’import di 69 milioni viene soprattutto da Francia e Stati Uniti.

Lascia un Commento