Frode fiscale sulle carte di credito, arresti e perquisizioni della Finanza nel Cilento

Si chiama Happy Days, dal nome di una ditta intestata a un salernitano che aveva organizzato l’articolato sistema di frode scoperto poi dai militari della Guardia di Finanza di Salerno, l’operazione che ha portato a tre ordini di  custodia cautelare, a Salerno e Avellino. 

Sono accusati di frode per oltre un milione di euro attraverso la clonazione e il successivo utilizzo di migliaia di carte di credito. Ad agire i finanzieri della compagnia di Agropoli che, oltre ai tre arresti, hanno anche eseguito perquisizioni nei confronti di altre 10 persone, indagate a vario titolo, sequestrando conti correnti, una barca, tre auto di lusso, per un importo complessivo superiore a 1 milione di euro.

Tra le auto anche una Ferrari California Cabrio del 2009, dal valore di 130mila euro. L’indagine è partita lo scorso anno con pedinamenti, analisi dei flussi finanziari, intercettazioni telefoniche e indagini bancarie e hanno consentito alle Fiamme Gialle di delineare il ruolo di ciascun soggetto all’interno dell’organizzazione criminale: uno reperiva i dati delle carte di credito sfruttando le proprie competenze informatiche o, addirittura, acquistandoli, a un prezzo medio di 35 euro per ogni carta, sulla rete illegale nota come “dark web”. Con le carte di credito clonate acquistavano online beni personali oppure materiale che rivendevano a prezzi di favore a parenti e amici. Con frequenza acquistavano anche schede di carburante su siti internet di diversi gestori. Altro stratagemma, simulavano l’acquisto di pacchetti vacanze in una struttura alberghiera connivente in Albania, a questi veniva dato il 40% del corrispettivo pattuito, un altro 20% veniva dato al mediatore tra le parti mentre il restante 40% rientrava entrava nelle loro tasche. I soldi venivano “ripuliti” attraverso la ditta Happy Days intestata al salernitano. La maggior parte delle vittime risulta attualmente ignara del raggiro subito.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento