Francesco Vassallo, in carrozzina dalla nascita, da Giffoni Valle Piana all’Esa per provare l’assenza di gravità

Francesco Vassallo, originario di Giffoni Valle Piana, in carrozzina dalla nascita per una paralisi cerebrale infantile, è stato uno degli 8 giovani disabili selezionati dall’Esa, l’Agenzia spaziale europea, per partecipare alla campagna Kid’s Weightless Dreams per dare ai ragazzi con disabilità l’opportunità di provare l’assenza di gravità con un volo parabolico .

“L’esperienza del volo parabolico si può riassumere in 3 sensazioni – ha spiegato Francesco  – il timore perché non si sa quello che sta per succedere, lo stupore perché è un’esperienza nuova e poi il divertimento puro”.

Ognuno degli 8 giovani, provenienti da 5 Stati membri dell’Esa: Inghilterra, Francia, Germania, Belgio e Italia aveva come tutor un astronauta del proprio Paese.

Ad accompagnare Francesco c’era l’astronauta italiano Maurizio Cheli. “Per me è stato molto emozionante poter partecipare a qualcosa del genere – ha detto – spero che sia un’esperienza che si possa ripetere come ha fatto l’Esa anche per altre persone perché è sicuramente qualcosa di incredibile da sperimentare. Soprattutto per persone che sulla terra hanno qualche problema in più di noi”.

I ragazzi sono stati selezionati, nei rispettivi Paesi, da associazioni che si occupano di disabilità.

Lascia un Commento