Forestazione. Sindacati, bene il patto per la Campania ma non risolve i problemi del settore

Il Patto per la Campania firmato dal premier Renzi e dal presidente della Regione De Luca non risolve la gravosa questione delle mensilità arretrate vantate dai circa 5mila lavoratori forestali dell’intera regione, di cui quasi la metà in provincia di Salerno. Lo evidenziano i sindacati di categoria FAI- FLAI- UILA , in una nota congiunta in cui si dichiarano stanchi di soluzioni che non trovano applicazione immediata per risollevare situazioni famigliari spesso drammatiche. I lavoratori chiedono soluzioni immediate affinché i fondi siano materialmente disponibili nella tesoreria della Regione Campania e poi in quella degli Enti Delegati. Ci sono operai che non percepiscono il salario da 20 mesi.

I sindacati evidenziano il loro apprezzando per la sottoscrizione del Patto per la Campania che mette a disposizione fondi ulteriori per la Forestazione pari a 196 milioni fino al 2020. Si aggiungono infatti ai quasi 44 milioni già previsti. Ma il problema è per i tempi non brevi. Le segreterie regionali hanno quindi dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori del comparto forestale con iniziative che si svolgeranno a livello locale, e preannunciano per il giorno 16 maggio un presidio dei lavoratori forestali Campani presso la sede dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura.

Lascia un Commento