Forestale e mazzette, arrestata Marta Santoro ex comandante della Forestale di Foce Sele

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

E’ stata arrestata mentre era in ospedale  sabato pomeriggio Marta Santoro. La donna era ricoverata dal 27 febbraio scorso nel reparto di Medicina dell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, dopo aver appreso la decisione dei giudici della sesta Sezione della suprema Corte di Cassazione di Roma che hanno rigettato il ricorso avverso la sentenza della Corte d’Appello, confermando così per la Santoro la condanna a 6 anni e 6 mesi di reclusione che dovrà scontare nel carcere di Fuorni.

Dopo sette anni di udienze e colpi di scena, si chiude così una lunga vicenda giudiziaria iniziata nel 2012 con lo scandalo “Forestale e mazzette”.

La Santoro fu arrestata insieme al marito, nonché collega, Antonio Petillo.

Molti imprenditori ma anche semplici cittadini  furono costretti a consegnare ingenti somme di danaro per evitare controlli, sanare irregolarità o incorrere in provvedimenti di sequestro e denuncia. Nella sentenza di primo grado, il giudice motivò la condanna descrivendo i comportamenti della Santoro come “lungi dal garantire il rispetto della legalità, dimostrandosi personaggio spregiudicato, interessato ad utilizzare la propria veste professionale per commettere reati”.

La donna ora è stata trasferita in una struttura carceraria con presidio ospedaliero dove riceverà adeguata assistenza sanitaria. Non appena le sue condizioni di salute lo consentiranno, sarà trasferita a Fuorni.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento