Fonderie Pisano restano aperte, Riesame boccia ricorso Procura

Le Fonderie Pisano di Salerno possono rimanere aperte. E’ stata depositata oggi la decisione del Tribunale del Riesame sul ricorso della Procura di Salerno contro il dissequestro delle Fonderie Pisano che dunque possono rimanere legittimamente aperte.

Già qualche settimana fa era stato emesso il provvedimento con cui il Tar aveva annullato la revoca dell’autorizzazione integrata ambientale voluta dalla Regione Campania, ripristinando le condizioni di agibilità per la riapertura, seppur parziale, dell’opificio di Fratte. Ancora non si conoscono nel dettaglio le motivazioni che hanno spinto il Riesame a confermare il dissequestro.

La decisione sul sequestro delle Fonderie è tornata al Riesame dopo la pronuncia della Cassazione il 28 settembre scorso, quando la Suprema Corte annullò l’ordinanza di dissequestro delle Fonderie emessa dal Riesame disponendo il rinvio per una nuova pronuncia poiché si riteneva che l’autorizzazione ambientale fosse frutto di un patto collusivo tra controllori e controllati. Ma già nella prima pronuncia del Riesame si parlava di emissioni di gas in atmosfera rispettosi delle prescrizioni, con il rientro nei parametri nella fase dei campionamenti Arpac.  

Lascia un Commento