Fonderie Pisano, questa mattina presidio di protesta contro l’inquinamento ambientale

Le Fonderie Pisano, storica azienda di Fratte a Salerno, dovranno fare degli interventi di adeguamento degli impianti poichè non in regola così come accertato nel corso di un’ispezione dell’Arpac, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale, ordinata dalla Procura di Salerno.

Sulla scorta del rapporto degli ispettori ambientali, la Regione Campania ha deciso la sospensione dell’attività della fabbrica per 60 giorni in attesa degli interventi di adeguamento.

Ieri e anche oggi la fabbrica è in attività, ma il provvedimento è stato notificato all’amministratore dell’azienda Ciro Pisano, il quale ha detto che già ci sono lavori per adeguare gli impianti. Pisano ha anche rilevato che l’azienda, con 120 addetti, non può rimare ferma per due mesi perché rischia di perdere importanti commesse. 

Le Fonderie di Fratte da tempo sono al centro di proteste dei residenti e del Comitato Salute e Vita che lamenta il grave inquinamento ambientale provocato dalle emissioni della fabbrica.

Questa mattina davanti all’azienda il Comitato ha organizzato un presidio

 

Riascolta l'intervista al portavoce Lorenzo Forte e ai presenti alla protesta QUI

Presidio Fonderie Pisano a Salerno

Lascia un Commento