Fonderie Pisano, oggi l’incontro in Regione con il Comitato Salute e Vita. Entro febbraio il parere definitivo

La Regione ha deciso di mettere un punto fermo sulla vicenda delle Fonderie Pisano di Fratte a Salerno perché non può essere trascinata oltre.

Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, durante l’incontro di oggi pomeriggio a Palazzo Santa Lucia con i rappresentanti del “Comitato Salute e Vita” di Salerno sulle questioni relative all’inquinamento e alla delocalizzazione delle Fonderie.

Hanno partecipato alla riunione anche il vice presidente della Regione, Fulvio Bonavitacola, il direttore dell’Istituto Zooprofilattico Antonio Limone e il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli.

De Luca ha spiegato che la Regione nei mesi scorsi ha avviato un’indagine “Spes” nell’area della Valle dell’Irno, a cura dell’Istituto Zooprofilattico e dell’Istituto Superiore di Sanità, proprio con l’obiettivo di avere e dare serenità e certezze. Il lavoro è pienamente in corso ed è quasi concluso. “Si può già dire – ha spiegato De Luca – che siamo in presenza, grazie ai 400 prelievi di sangue effettuati a campione, di una presenza sopra la media di zinco e selenio. E’ uno studio rigoroso”. Si attendono ora i risultati finali, ma quello che interessa – ha evidenziato il governatore – è fare un’operazione verità, a tutela innanzitutto della salute dei cittadini.

De Luca ha detto che entro la metà di febbraio ci saranno le condizioni anche tecniche, per quello che riguarda la Regione, di pronunciare una parole definitiva con la conferma del parere. “Contestualmente occorre attivarsi a tutela dei lavoratori dell’impianto. Ci sono tutte le possibilità per garantire il lavoro in condizioni di tutela per tutti”, ha concluso il presidente De Luca.

Lascia un Commento