Fonderie Pisano: Comitato Salute e Vita scrive a Susanna Camusso

Nuova iniziativa del Comitato Salute e Vita di Salerno, che da anni si batte per la delocalizzazione delle Fonderie Pisano di Salerno, responsabili, a detta del comitato, di gravi problemi di salute per i residenti nella zona. Il comitato ha scritto al segretario nazionale della Cgil, Susanna Camusso, invitandola a visitare lo stabilimento, e accusando il sindacato locale di essersi appiattito sulle posizioni della proprietà della fabbrica, senza tutelare la salute dei lavoratori.
“In particolare – si legge nella lettera del comitato – ci chiediamo cosa abbia fatto concretamente la Cgil per monitorare che all’interno della fabbrica venissero rispettate le norme per la sicurezza dei lavoratori”.

Il comitato inoltre denuncia che i lavoratori non sono stati informati delle patologie che posso “scaturire da un'attività lavorativa che si svolge in violazione delle norme poste a presidio della salute, né di quelle che nel tempo hanno colpito diversi lavoratori dell'azienda”. Da qui l’invito alla Camusso a programmare con urgenza una sua visita alle Fonderie Pisano, per vedere con i propri occhi quanto sia obsoleta la fabbrica. Infine il comitato chiede un incontro congiunto con la Cgil Salerno e i vertici nazionali per chiarire in un confronto aperto le responsabilità del sindacato.

Lascia un Commento