Fonderie Pisano a Buccino, presentata richiesta al bando ASI. Lunedì consiglio comunale straordinario

I titolari delle Fonderie Pisano di Salerno, fabbrica al centro di un’inchiesta giudiziaria per ipotesi di inquinamento ambientale, sono pronti a trasferire la fabbrica ex novo in un altro luogo. Ieri, hanno presentato richiesta di partecipazione al bando dell’ASI per ottenere l’assegnazione di un lotto nell’area industriale del Cratere a Buccino.

L’unico lotto, per estensione, su cui il nuovo stabilimento delle Fonderie potrebbe essere delocalizzato è quello occupato dalla ex Metalli e Derivati. La delocalizzazione dello stabilimento è l’unica via d’uscita e di salvataggio per i circa 120 dipendenti delle Fonderie, ma le località che dovranno ospitare la nuova fabbrica ogni volta accolgono con allarme la notizia.

A Buccino la questione sarà affrontata lunedì prossimo, alle 18, in un consiglio comunale straordinario. Ma spetta all’ASI valutare la proposta delle Fonderie di volersi insediare nell’area industriale di Buccino. 

Lascia un Commento