Fonderie Pisano a Salerno, ricorso dei residenti alla “Corte europea dei diritti dell’uomo”

Ricorso alla “Corte europea dei diritti dell’uomo” per le Fonderie Pisano del quartiere Fratte a Salerno.

L’istanza è stata promossa dal Comitato Salute e Vita e presentata da un gruppo di residenti di Salerno e della Valle dell’Irno “per denunciare – si legge nel documento – la violazione da parte dello Stato italiano degli obblighi di protezione della vita e della salute in relazione all’inquinamento prodotto dalle Fonderie Pisano”.

“La salute dei cittadini – dicono ancora – sarebbe stata subordinata alle esigenze produttive dell’opificio”.

I legali si augurano “la trattazione urgente del ricorso e il suo accoglimento nel merito con una sentenza ‘di principio’ che imponga allo Stato italiano di adottare le misure necessarie a rendere la produzione delle Fonderie Pisano conforme alle disposizioni ambientali nazionali ed europee”.

Lascia un Commento