Fonderie Pisano, a Campagna il nuovo sito

La proprietà delle Fonderie Pisano di Salerno ha presentato oggi al Ministero dello Sviluppo Economico il suo piano industriale per la delocalizzazione della fabbrica nel territorio di Campagna, dove – come è scritto in un comunicato firmato dal presidente Mario Pisano – ha comprato i suoli ed ha richiesto incontri nelle sedi istituzionali al Comune di Campagna, alla Regione Campania, alla Provincia ed al Comune di Salerno. I Pisano quindi auspicano di potere riscontrare un clima collaborativo ed non oppositivo.

All’incontro romano era presente anche una delegazione di lavoratori e rappresentanti sindacali.

La proprietà della fabbrica ha presentato: l’atto di compravendita del sito industriale; il progetto architettonico dei nuovi manufatti, previa bonifica e ristrutturazione dei corpi di fabbrica esistenti; l’ipotesi di piano economico e finanziario per l’attivazione del nuovo stabilimento; la descrizione tecnica dell’impianto di produzione da rendere operativo nel nuovo sito con particolare riferimento all’impatto ambientale e presentazione dei relativi preventivi di spesa richiesti ai maggiori produttori europei di questa tipologia di impianti.

La proprietà delle Fonderie Pisano si è resa disponibile ad attivare un investimento complessivo di oltre 40 milioni di euro.

Nella riunione romana di oggi è stato rilanciato anche l’appello alle Istituzioni competenti affinché si possa giungere al più presto alla definizione del quadro amministrativo indispensabile a dare il via libera al complesso disegno delocalizzativo.

Lascia un Commento