Fondazione in cemento armato da 15 anni sul Cervati a Sanza, il parere di Tommaso Pellegrino

Da 15 anni una piattaforma di cemento armato, realizzata dalal Comunità Montana Vallo di Diano su impulso del Parco del Cilento Vallo di Diano e Alburni, fa mostra di sè in uno dei luoghi più belli dell’area protetta più grande d’Italia.

Una fondazione in calcestruzzo che doveva ospitare una baita in legno, a poche centinaia di metri dall’inghiottitoio di Vallevona, cavità carsica più importante d’Europa, sulla Vetta del Monte Cervati a Sanza.

Uno scempio ambientale senza eguali.

Un cantiere sequestrato all’epoca dallo stesso Corpo Forestale dello Stato che nel Cilento è alle dirette dipendenze dell’Ente Parco, ente che aveva approvato e finanziato il progetto.

Una questione che ha preso di petto il neo presidente del Parco Tommaso Pellegrino che nei prossimoigiorni porterà nel sito anche la Sovrintendenza per trovare una soluzione. 

Riascoltalo al microfono di Lorenzo Peluso QUI

Pellegrino su Sanza

Lascia un Commento