Fisciano, sequestro di beni appartenenti al gestore di una palestra. Accusato di malversazione

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Un sequestro preventivo di beni mobili e immobili, per un importo complessivo di 136mila euro è stato eseguito questa mattina dalla Finanza in esecuzione di un decreto emesso dal GIP del Tribunale di Nocera Inferiore nei confronti del rappresentante legale di una società con sede legale a Fisciano, che gestisce una palestra a Salerno. L’ipotesi per la quale si procede e quella di “malversazione a danno dello Stato”.

Le indagini dei militari della Compagnia Salerno hanno permesso di accertare che il titolare, attraverso una società di finanziamento, aveva beneficiato di un contributo a fondo perduto e di un mutuo a tasso agevolato per la somma di poco superiore a 136mila euro, sfruttando le opportunità di un decreto legislativo del 2000 che consente di ottenere particolari agevolazioni finanziarie per il sostegno alla realizzazione e all’avvio di piccole attività imprenditoriali. 

 

Le Fiamme Gialle di Salerno hanno accertato che l’indagato, una volta ottenuti i finanziamenti richiesti, non ha mai corrisposto le rate del mutuo, chiudendo l’attività prima del termine minimo dei cinque anni fissato per il mantenimento del beneficio di legge. Lo stesso indagato, inoltre, una volta cessata l’attività, ha distratto le attrezzature e i macchinari della palestra, utilizzandole in un altro centro sportivo, gestito da un suo congiunto.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp