Fisciano (SA) – Marito col vizio del gioco sperpera denaro e simula rapina

Prima sperpera il denaro destinato al pagamento di alcune bollette giocando al videopoker e poi denuncia ai carabinieri di essere stato rapinato. Protagonista della vicenda un uomo di 45 anni residente a Fisciano, denunciato con l’accusa di simulazione di reato. L’episodio risale allo scorso mese di gennaio quando il 45enne è stato incaricato dalla moglie di recarsi all’ufficio postale per pagare alcune bollette ammontanti a circa 200 euro. L’uomo però si è fermato in un bar e ha sperperato tutto il denaro in una macchinetta videopoker. Non avendo il coraggio di affrontare la moglie ha quindi denunciato ai carabinieri di essere stato rapinato. I militari hanno poi accertato che al momento della presunta rapina il 45enne si trovava nel bar e giocare e quindi lo hanno denunciato per simulazione di reato.

Lascia un Commento