Firenze, otto arresti per il pacco bomba di Capodanno che ferì un artificiere di Acerno

Sono stati arrestati i presunti colpevoli dell’agguato avvenuto a Firenze a Capodanno in cui rimase ferito Mario Vece, il 39enne di Acerno, artificiere della polizia intervenuto per disinnescare il pacco bomba .

Si tratta di otto persone che appartengono alle compagini anarco-insurrezionaliste.

Il blitz è stato effettuato dalla Polizia tra le le province di Firenze, Roma e Lecce, in collaborazione con i carabinieri.

Vece fu investito dall’esplosione dell’ordigno e subì l’amputazione di una mano e la perdita dell’occhio destro. La bomba esplose alle 5,30 del primo gennaio in via Leonardo Da Vinci.

Le indagini hanno certificato che la bomba non era di grande potenza, ma capace di uccidere

L’operazione di oggi ha portato anche al sequestro preventivo della sede anarchica de ‘La Riottosa’ di Firenze. Per la cattura dei fermati, le conseguenti perquisizioni e lo sgombero della ‘Riottosa’ sono stati impegnati oltre 200 uomini tra poliziotti e carabinieri.

Lascia un Commento