FIRENZE – Legge 40, un avvocato salernitano difende la coppia che vuole la fecondazione eterologa

E’ assistita dall’avvocato salernitano Filomena Gallo, già presidente della Commissione pari opportunità della Provincia di Salerno, la coppia di coniugi con problemi di procreazione per la quale il Tribunale civile di Firenze ha sollevato il dubbio di costituzionalità sulla norma della Legge 40 con la quale si vieta alle coppie sterili di accedere alla fecondazione artificiale eterologa, con ovuli o seme donati da persone esterne alla coppia. L’uomo soffre di mancanza di spermatozoi causata da terapie fatte in adolescenza. Con la decisione del Tribunale la legge 40 torna per la seconda volta, dopo due anni, davanti alla Corte Costituzionale. In questo caso, per la prima volta, un giudice ordinario ritiene costituzionalmente illegittimo il divieto di procreazione assistita di tipo eterologo, sospende il processo, e rimette gli atti alla Corte. La coppia, dopo essere stata in cura in Svizzera e in altri centri stranieri, senza alcun risultato, si è rivolta all’Associazione Luca Coscioni. Il loro obiettivo è quello di poter effettuare le cure in Italia.

Lascia un Commento