Ferragosto di fuoco. Incendi in Costiera Amalfitana, a Cava de’ Tirreni, nel Vallo di Diano e negli Alburni

Incendio a Monte San Liberatore

È stato un Ferragosto di fuoco sul territorio salernitano.

Fiamme di nuovo a Monte San Liberatore tra Vietri sul Mare e Cava de’ Tirreni. L’incendio si è esteso in pochi minuti causando disagi anche alla viabilità sull’Autostrada A3 Napoli-Salerno, all’altezza dell’uscita di Vietri sul Mare, con una densa nuvola di fumo che ha invaso l’arteria.

Un vasto incendio si è sviluppato anche a Maiori sulla collinetta di San Lazzaro

Situazione difficile anche nel Vallo di Diano con gli incendi in montagna a Casino Sierro tra San Pietro al Tanagro e Corleto Monforte, in località Campanella a San Rufo e ad Atena Lucana Scalo dove le fiamme hanno distrutto la vegetazione e minacciato capannoni e case. Arrabbiato il vicesindaco di Atena Lucana, Sergio Annunziata secondo cui i piromani “non la passeranno liscia”. Incendio di sterpaglie anche in località Difesa a Sant’Arsenio dove le fiamme hanno interessato la vicina discarica. In serata le fiamme si sonos sviluppate anche nei pressi dell’ex discarica di Costa Cucchiara di Polla.

Fiamme poi anche sul Monte Bulgheria e negli Alburni ad Aquara dove tre incendi hanno minacciato alcune aziende agricole e strutture turistiche.

Da giorni inoltre continua a bruciare la montagna a Sicignano degli Alburni

Incendio a San Rufo

Lascia un Commento