Fermate tre persone per il duplice omicidio di Fratte a Salerno

Ci sono tre fermi per il duplice omicidio di ieri pomeriggio a Salerno, nella zona di Fratte, dove sotto i colpi dei killer sono morti Antonio Procida di 41 anni e il suo amico Angelo Rinaldi di 38 anni, che avevano precedenti per droga, ma non risultano in alcun modo legati alla criminalità organizzata.

Stamani, la Squadra Mobile ha fermato tre esponenti del Clan Vaccaro di Salerno, nei cui confronti sarebbero stati raccolti gravi indizi di colpevolezza attraverso testimonianze raccolte sul luogo dell’agguato e immagini di video-camere di sorveglianza. I poliziotti hanno compiuto anche delle perquisizioni. I fermati sono il pregiudicato Matteo Vaccaro, 56 anni, già a capo dell’omonimo gruppo criminale, il figlio Guido, 34 anni, e il pregiudicato Roberto Esposito di 43 anni. 

Secondo gli investigatori, la decisione di compiere l’agguato omicida sarebbe maturata dopo una lite consumatasi in mattinata per contrasti per l’accaparramento del servizio di affissione dei manifesti per la campagna elettorale in corso.

Lascia un Commento