Femminicidio Maiorano a Cava de’ Tirreni, pena confermata in appello per il marito

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Pena confermata anche in Appello per l’imputato dell’omicidio di Nunzia Maiorano, assassinata a coltellate dal marito Salvatore Siani, il 22 gennaio 2018 a Cava de’ Tirreni.

L’uomo 50enne è stato riconosciuto colpevole di omicidio volontario anche nel processo di secondo grado. Pena confermata a 30 anni di carcere. La difesa che aveva chiesto una riduzione della pena è in attesa ora delle motivazioni dei giudici di Appello di Salerno.

La coppia era in crisi da tempo. Il giorno del delitto Nunzia era in casa della madre, dove dormiva ormai da qualche mese. Stava preparando il latte per il più piccolo dei suoi tre figli. Il marito la raggiunse dopo aver accompagnato gli altri due figli a scuola. Nunzia e Salvatore cominciarono a discutere, poi l’aggressione, quando – secondo la ricostruzione dei fatti – la donna si rifiutò di voler recuperare un rapporto già in crisi. A quel punto Siani afferrò un coltello e colpì più volte la donna.

 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp