Fatture false e reati tributari, condannato a 3 anni e 10 mesi ragionere di Sassano

Un noto ragioniere di 67 anni di Sassano è stato condannato a 3 anni e 10 mesi dalla Cassazione per associazione a delinquere e per la violazione della legge sui reati tributari, in particolar modo gli è stata contestata l’emissione di fatture false. Il tutto risale al 2004, per una parte dei capi di imputazione è intervenuta la prescrizione.

La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di Appello Napoli che aveva rideterminato la pena inflitta al professionista in anni 3 e mesi 10 di reclusione. La pronuncia della Corte di Appello partenopea giunge a distanza di 4 anni dall’annullamento della sentenza della Corte di Appello di Salerno del maggio del 2011 che aveva pronunciato la prescrizione per i reati inseriti in alcuni capi di imputazione. Gli atti sono stati poi trasmessi alla Corte di Appello di Napoli per la rideterminazione della pena relativamente ai reati per i quali non era stata pronunciata la prescrizione. Respinto il ricorso della difesa.

Lascia un Commento