Famiglia eritrea accolta dalla Diocesi di Salerno attraverso il piano dei Corridoi Umanitari

L’Arcidiocesi di Salerno Campagna Acerno e la Caritas Diocesana hanno deciso di accogliere una famiglia giunta all’aeroporto di Fiumicino dall’Eritrea con altri circa 130 profughi attraverso i Corridoi Umanitari, resi possibili grazie al protocollo siglato dal Ministero dell’Interno e dalla Conferenza Episcopale Italiana, che finanzia interamente il progetto attraverso l’8 per mille della Chiesa Cattolica.

L’iniziativa si svolge in collaborazione con l’Ufficio Diocesano Migrantes, con la Provincia Francescana dei Frati Minori ed il Terzo Ordine Francescano Secolare di Baronissi, Mercato San Severino, Bracigliano, Serino e Montoro.

La famiglia che è stata accolta lo scorso 27 Giugno a Salerno proviene dal campo profughi di Shimelba, al Nord dell’Etiopia, a pochi chilometri dall’Eritrea. Per un anno, verrà accompagnata ad inserirsi nella comunità salernitana attraverso il supporto di famiglie legate alle chiese locali, che aiuteranno gli ospiti nel percorso di integrazione sociale e lavorativa, garantendo servizi, corsi di lingua italiana, inserimento scolastico per i minori, cure mediche adeguate.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento