Falso pomodoro San Marzano Dop, preoccupazione anche dalla Coldiretti Salerno

I produttori e tutti coloro che operano nell’ambito dell’intera filiera di trasformazione del pomodoro San Marzano Dop esprimono forti preoccupazioni dopo il servizio sul San Marzano contraffatto negli Stati Uniti.

La frode alimentare colpisce lo storico Pomodoro San Marzano Dop vanto della Campania negli Stati Uniti. Come già denunciato dal New York Times del 16 agosto il deprecabile fenomeno deriva, secondo gli operatori, dalla mancanza di una specifica normativa a tutela dei prodotti Made in Italy

Anche la Coldiretti di Salerno chiede interventi a tutela del prodotto tipico. "Il New York Times, purtroppo, non racconta nulla di nuovo. Coldiretti Salerno denuncia da anni le gravi ripercussioni che il falso Made in Italy provoca all'economia provinciale. Tra pomodoro San Marzano, mozzarella di bufala, olio extravergine di oliva e vino, la provincia di Salerno è tra le più contraffatte d'Italia" scrive, in una nota, il presidente di Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio, commentando il servizio sul falso San Marzano. Anche sui motori di ricerca di commercio on line, rileva Coldiretti Salerno, ''va in scena la fiera del falso''

“Il falso Made in Italy danneggia moltissimo il sud e ancor di più la nostra provincia che poggia – evidenzia Sangiorgio – una parte molto significativa del suo Pil sull’agroalimentare”.

 

Abbiamo raccolto il parere di Vittorio Sangiorgio.

Riascoltalo QUI

Intervista Coldiretti Salerno Vittorio Sangiorgio

Lascia un Commento