Falsi permessi di soggiorno, nei guai anche una dipendente comunale di San Valentino Torio

La Dda di Salerno ha chiuso le indagini sul caso dei falsi permessi di soggiorno agli extracomunitari.  Rimangono, quindi, indagati una donna dipendente comunale a San Valentino Torio, il figlio, la nuora e tre cittadini di origini nordafricane.

Dopo l’inchiesta della procura di Nocera Inferiore, il fascicolo era passato di competenza alla Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno che, dopo aver eseguito ulteriori attività investigative, è giunta alla stessa conclusione, vale a dire l’ipotesi di associazione per delinquere tra i tre familiari italiani, accusati anche per la contraffazione di documenti, falso in atto pubblico, peculato e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Lascia un Commento