Ex Pastificio Amato, scade la mobilità per 90 dipendenti disoccupati da due anni (AUDIO)

Scade la mobilità per 90 dipendenti dell’ex Pastificio Antonio Amato che sono disoccupati da due anni, da quando la storica azienda è fallita ed è stata poi rilevata nel 2014 dalla Dicado della famiglia Di Martino, pagando 13 milioni di euro.

I lavoratori in mobilità attendevano di essere ri-assunti, ma finora non ci sono state novità.

Sono solamente 26 i dipendenti dell’ex Amato ad essere stati riassunti e che continuano a lavorare alle dipendenze della nuova proprietà. Gli altri lavoratori potrebbero essere riassunti almeno in parte con la messa in funzione del molino del Pastificio.

I sindacati finora non sono riusciti neanche ad avere un contatto con l’azienda.

Se n’è parlato questa mattina nel corso di una conferenza stampa.

 

E’ intervenuto a Radio alfa, il segretario provinciale della Uila Uil, Ciro Marino

Riascolta l'intervista QUI

Ciro Marino Uila Uil

Lascia un Commento