Evasione da 1 mln di euro nel settore dei rottami ferrosi, due persone indagate a Scafati

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Un’evasione fiscale nel commercio dei rottami ferrosi è stata scoperta nell’Agro nocerino sarnese dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Salerno che ha eseguito un sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per un valore di circa 1 milione di euro. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Nocera Inferiore nei confronti di due persone, legale rappresentante e amministratore dell’azienda. Sono indagati per aver realizzato un sistema di frode mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

Secondo le Fiamme Gialle, l’azienda in questione con sede a Scafati, tra il 2015 e il 2018, ha evaso l’imposta sul reddito delle società per un valore complessivo di 940mila euro.

Quello della raccolta dei rottami ferrosi è un settore strategico, tenuto conto che sull’impiego di materie seconde si basano oggi circa i tre quarti della produzione di acciaio, rame e alluminio. Sempre dai rifiuti dipende più del 50% della produzione di carta, così come quote rilevanti di quella vetraria o di plastica. 

 

Nei confronti dei due rappresentanti della società di Scafati è scattata la denuncia. Il sequestro ha riguardato conti correnti, automezzi ed immobili. Tra i beni sotto sequestro anche una palazzina di 3 piani nel centro di Minori, per un valore di circa 600mila euro. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp