Estorsioni a Pagani, arrestati due pregiudicati

Sarebbero gli autori di almeno due tentativi di estorsione di stampo camorristico compiuti lo scorso mese di settembre a Pagani, due pregiudicati paganesi arrestati questa mattina dai carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura Distrettuale con a capo il dottor Corrado Lembo. 

Secondo le indagini condotte dai militari dell’Arma, i due arrestati avrebbero compiuto il primo tentativo di estorsione ai danni del legale rappresentante di una scuola paritaria con sede a Pagani, per un importo di 10mila euro, offrendogli anche la possibilità di pagare a rate.

L’altro episodio si è consumato nei confronti dell’amministratore unico di una società che gestisce negozi di articoli per l’infanzia e giocattoli a Pagani e a Nocera Inferiore. Gli è stato chiesto merce per un valore di 600 euro e denaro contante per un ammontare non specificato.

I due paganesi arrestati oggi, già coinvolti in altri fatti per reati associativi, sono ritenuti organici e contigui a clan camorristici.

Il procuratore capo di Salerno, Lembo, nel commentare l’operazione ha detto che “è l’ennesima pronta risposta dello Stato, con Magistratura e Forze dell’Ordine”, esortando i cittadini, i commercianti e gli imprenditori a collaborare senza esitazione con gli inquirenti “per rendere efficace, soprattutto nella imminenza delle festività natalizie, l’azione di contrasto al racket delle estorsioni”.    

Lascia un Commento