Emergenza viabilita’ in provincia di Salerno. L’analisi dell’ACS

L’emergenza legata alla situazione delle strade del salernitano ogni anno in estate si ripropone soprattutto a sud del capoluogo.

La situazione di criticità è stata evidenziata in una nota dall’ACS di Salerno, l’associazione costruttori salernitani, che ha fatto un’analisi sui progetti e gli interventi in corso su alcune strade del territorio.

L’analisi evidenzia due tipologie di problemi. Da un lato il rilevante numero di strade provinciali e statali che attendono l’esecuzione di lavori già programmati; dall’altro l’esistenza di un parco progetti a valere sui fondi Ue 2007/2013 che, sebbene in attesa dell’appostamento complessivo dei finanziamenti, già esprime risorse disponibili e dichiarate molto rilevanti.

L’ACS cita come esempio il caso della Cilentana affermando che  per l’adeguamento della viabilità all’altezza dell’innesto della Strada Provinciale 430 a 1,4 milioni di euro derivanti dal Por Campania/Fesr 2007/2013 vanno sommati altri finanziamenti pubblici per un totale di 2,3 milioni di euro. In altre parole: spesso non è una questione di risorse, ma di tempi dei procedimenti di appalto e di realizzazione effettiva dei lavori.

L’Associazione dei Costruttori Salernitani chiede l’attivazione di un tavolo operativo sull’emergenza viabilità in provincia di Salerno che investa la Prefettura e coinvolga tutte le amministrazioni e gli uffici competenti per attivare l’immediato utilizzo delle risorse disponibili e accelerare le procedure per l’avvio dei lavori in tempi brevi. 

Lascia un Commento